GIUSTIZIA ALLA ROVESCIA

In galera un giovane laureato, impegnato nel sociale a favore dei deboli e dei poveri, perché alla Statale di Milano rifiutò per protesta con molti altri di pagare delle fotocopie fatte nella libreria di Comunione e Liberazione. Invece ai domiciliari l’assessore leghista che ha ucciso un extracomunitario un po’ sbronzo sparandogli da vicino.
No comment.

Pino Nicotri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.