Silenzio della Presidente del Senato e di Renzi, per ora servo di due o tre padroni

di Gian Giacomo Migone

19 GEN 2022 — 

Altri lo hanno rotto, questo silenzio. Soprattutto “il Fatto Quotidiano” e Adn-Kronos hanno dato ampio spazio alla nostra lettera aperta.  Anche “La Stampa”, “Il Manifesto” e “Critica Liberale” l’hanno riportata.

Sono arrivate altre significative adesioni. Oltre a quella di Savino Pezzotta, già segretario generale della CISL, citiamo  ad esempio le firme di Ersilia Salvato, già vice presidente del Senato, Gabriele Lolli, Alessandra Mecozzi, Filippo Maone, Marina Premoli, Giuseppe Giacobbo Scavo, Bruna Bagnato, Paolo Bertinetti, Lucia Salto, Paolo Candelari, Elisabetta Soletti, Angelo Baracca, Armando Michelizza, David Ellwood, Franco Marenco, Roberto Barzanti, Luca Borzani, Mariuccia Cadenasso.

Restiamo in fiduciosa attesa della risposta della presidente Alberti Casellati che, a nostro avviso, ha il dovere istituzionale di farsi parte diligente.

 

Un commento su “Silenzio della Presidente del Senato e di Renzi, per ora servo di due o tre padroni”

  1. Penso che sarebbe opportuno pubblicizzare di nuovo attraverso gli organi di stampa la lettera aperta alla Presidente del Senato rimasta finora senza risposta. Quella lettera andrebbe inoltrata per conoscenza anche al Presidente e ai componenti della 1ª Commissione permanente (Affari Costituzionali) del Senato, della quale Matteo Renzi è membro dal 14 dicembre 2021.
    (cfr. https://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/Attsen/00030742.htm )

Rispondi a Alberto Moreni Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.